035 5098746

FAQ

Alcune tra le domande e le risposte più frequenti

in questa pagina troverete tutte le risposte tra le domande più comuni e gli eventuali moduli da compilare.

Chi può fare richiesta di detrazioni?

Tutti coloro che hanno un rapporto di lavoro, sia esso a tempo indeterminato o a tempo determinato.

Vedere allegato Modulo Detrazioni

Cosa fare con le detrazioni quando si hanno più rapporti di lavoro?

Le detrazioni è bene chiederle ad un solo datore di lavoro, normalmente dove si presta maggiore attività lavorativa.

Come gestire le detrazioni per i figli?

Le detrazioni per i figli devono essere richieste per il 50% dal padre e per il 50% dalla madre, siano essi coniugati o conviventi. Un genitore può chiederle al 100% se è portatore di maggior reddito e con allegata rinuncia del genitore che non intende chiederle.

In caso di variazione è il dipendente che deve farne comunicazione all’Ufficio Paghe presentando nuovo modulo

 

Vedere allegato Modulo Detrazioni

Come gestire la richiesta del Bonus DL 66/2014 (Bonus 80€)?

Il bonus DL 66/2014 può essere erogato solo se il dipendente intende usufruire delle detrazioni per lavoro dipendente. Sarà facoltà del dipendete scegliere tra le opzioni presenti all’interno del modulo.

Vedere allegato Erogazione Bonus 80€

Se il reddito annuo subisce delle variazioni mensili o nel corso dell’anno che scelta è preferibile effettuare in merito al Bonus DL66/2014?

A conguaglio oppure la non applicazione e poi sistemare in fase di dichiarazione 730/4 o Unico

Come gestire la destinazione del TFR?

La scelta di destinazione del TFR deve essere fatta entro e non oltre 6 mesi dalla data di assunzione. Dopo i 6 mesi il TFR verrà destinato al fondo di categoria delle cooperative sociali (COOPERLAVORO) così come previsto dalla normativa vigente.

Se il dipendente è già iscritto al fondo di categoria (COOPELAVORO) o ad un fondo di previdenza complementare stipulato con una banca o una assicurazione deve produrre idonea documentazione all’atto dell’assunzione.

 

Vedere allegato Modulo TFR2

Chi può richiedere gli Assegni Nucleo Familiare e come devono essere richiesti?

Gli assegni nucleo familiare devono essere richiesti da un solo genitore. Per i genitori conviventi, separati o divorziati oltre al modulo di richiesta deve essere presentato il modulo di autorizzazione di richiesta ANF che viene rilasciato dall’INPS (on line) solo dopo richiesta dell’interessato.

L’ANF ha la seguente validità annuale: 01.07.anno corrente – 30.06.anno successivo

I redditi che devono essere indicati devono essere quelli dell’anno fiscale precedente (es. richiesta 01.07.2015-30.06.2016 redditi 2014)

 

Ogni qual volta vi è una variazione del nucleo famigliare è obbligo del dipendente farne comunicazione e presentare nuova documentazione.

Senza documentazione completa l’Ufficio Paghe non potrà riconoscere l’ANF in busta paga.

Vedere allegato Modulo Assegno Nucleo Familiari

Come posso richiedere e gestire tutti i possibili permessi contemplati dal CCNL delle Cooperative Sociali?

Come posso gestire la mia banca ore?

Come devo gestire le rendicontazione con GeCoS?

Ricordiamo che la rendicontazione deve essere fatta ogni giorno al termine della giornata lavorativa.

La rendicontazione deve essere obbligatoriamente completata l’ultimo giorno lavorativo del mese.

Vedere allegato I. O. 03 04 Guida all’utilizzo di GECOS

A chi devo rivolgermi se le mie assegnazioni in GeCoS non sono corrette?

Se non trovi tutte le assegnazioni in GeCoS o se non sono corrette i motivi possono essere i seguenti:

-il nominativo del servizio o del minore non è corretto (chiamare il proprio coordinatore);

-è una nuova assegnazione e il coordinatore non l’ha ancora inserite (chiamare il proprio coordinatore);

-è una assegnazione per aver sostituito un collega (chiamare ufficio sostituzioni);

-è una assegnazione per sostituzione di maternità di una collega (chiamare Silvia Cancelli ufficio sostituzioni)

Cosa fare in caso di malattia?

Chiamare subito l’ufficio sostituzioni (interno 1) aperto dalle 07.30 da lunedì a venerdì. Il sabato dalle 7.30 alle 9.00.

A chi devo comunicare il protocollo di malattia o di ricovero ospedaliero?

Il protocollo di malattia deve essere comunicato esclusivamente all’Ufficio Paghe attraverso una Email oppure una telefonata. Non è necessario inviare il certificato medico.

Nel caso di ricovero ospedaliero è obbligatorio inviare documento di ingresso e di uscita alla struttura ospedaliera.

A chi devo comunicare se subisco un infortunio?

In caso di infortunio in itinere (percorso casa-lavoro, lavoro-lavoro, lavoro-casa) oppure mentre viene svolta l’attività lavorativa è obbligatorio avvisare tempestivamente il proprio Coordinatore e l’Ufficio Paghe che dovrà aprire denuncia di infortunio presso l’INAIL.

A chi devo comunicare se aspetto un bambino?

Chiamare subito il proprio coordinatore che informerà l’ufficio preposto alla valutazione dei rischi collegati alla gravidanza.

Come devo comportarmi se ho una variazione contrattuale?

In caso di variazione contrattuale il riferimento è l’Ufficio Paghe, il quale invierà copia di variazione che dovrà essere sottoscritta e rimandata all’Ufficio Paghe.

Cosa devo fare se cambio residenza?

La comunicazione di cambio di residenza deve essere comunicata dal dipendente all’Ufficio Paghe in modo tempestivo attraverso il modulo in allegato.

Vedere allegato (Dichiarazione sostitutiva di residenza)

Cosa devo fare se cambio banca (IBAN)?

La comunicazione di nuovo IBAN per cambio banca deve essere fatta per scritto all’Ufficio Paghe attraverso una Email.

Perché da quando siamo mensilizzati non vedo più le festività in busta paga?

Nel cedolino di un dipendente mensilizzato le festività non compaiono perché vengono considerate all’interno del monte ore teorico lavorabile. Per verificare che nella busta paga le festività siano correttamente retribuite è necessario sommare le voci che compongono le ore lavorabili.

Esempio:

Con un contratto di 18 ore settimanali (47,36% part time) le ore lavorabili teoriche per il calcolo della retribuzione sono 165*47,36%= 78,144 ore

Se la somma delle varie voci che possono comporre la retribuzione (retribuzione-permessi banca ore-ferie-permessi retribuiti) è 78,144 allora le festività sono correttamente retribuite.

Soltanto le festività NON godute (ore lavorate durante un giorno festivo) compaiono in busta paga perché devono essere retribuite in più.

Cosa fare in caso di gravidanza?

Chiamare il coordinatore e l’ufficio del personale ( Silvia Cancelli)

Devo essere sostituito cosa devo fare?

Chiamo l’ufficio sostituzioni dalle 7.30 alle 16 dal lunedì al venerdì. Il sabato dalle 7.30 alle 9.30. Comunico TUTTI i servizi e gli orari in cui devo essere sostituito.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione dedicata - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi